Fattura elettronica 2021, cosa cambia - HOTELCUBE PMS

Fiscalità 2021, cosa cambia

I cambiamenti in vigore nel 2021

Fattura Elettronica: cosa cambia

Nuove specifiche tecniche per la compilazione del tracciato XML della fattura elettronica da trasmettere al SdI.
La nuova versione in vigore 1.6.1 sostituisce la precedente versione 1.6, approvata con provvedimento n. 99922 del 28 febbraio 2020.

A partire dal 1° gennaio 2021 si rende necessario un maggior grado di dettaglio, nell’indicazione del codice natura della transazione nella fattura elettronica.
Fino al nuovo anno resterà comunque possibile utilizzare le specifiche tecniche approvate con il provvedimento del 30 aprile 2018.

Questo periodo transitorio è stato previsto per garantire la continuità dei servizi e il graduale adeguamento alle nuove specifiche nella versione 1.6.1.

Inizialmente il periodo transitorio era stato fissato dal 4 maggio 2020 al 30 settembre 2020, ma è stato prorogato in considerazione della situazione emergenziale dovuta alla crisi epidemiologica da Coronavirus.

Il Sistema di interscambio accetterà dunque le fatture elettroniche predisposte con ambedue gli schemi fino al 31 dicembre 2020.

Le date

  • dal 1° ottobre 2020 al 31 dicembre 2020 (per questo periodo lo SDI accetterà sia le fatture elettroniche e note di credito predisposte con il tracciato 1.5 sia quelle con il nuovo tracciato 1.6.1) l’utilizzo del nuovo tracciato sarà facoltativo,

  • dal 1° gennaio 2021 l’utilizzo del tracciato 1.6.1 diventerà obbligatorio e saranno accettate solo le fatture elettroniche e note di credito predisposte con il nuovo tracciato
Le nuove specifiche tecniche potranno essere utilizzate per la predisposizione dei file xml dal 1° ottobre 2020, il loro utilizzo diventerà obbligatorio dal 1° gennaio 2021.

Le nuove specifiche tecniche del tracciato xml della fattura elettronica

Le nuove specifiche tecniche prevedono un significativo ampliamento delle tipologie di documenti che possono essere emessi e trasmessi al Sistema di Interscambio.

La nuova versione 1.6.1 del xml, infatti, si caratterizza per:

  • l’inserimento di nuovi codici «TipoDocumento»;

  • un maggior dettaglio dei codici «Natura» dell’operazione;

  • nuovi codici «Tipo ritenuta» e «Modalità pagamento».

Sono stati introdotti 11 nuovi tipi di documenti che possono essere emessi e trasmessi al Sistema di Interscambio.

In particolare viene dettagliato il tipo documento TD20 che continuerà ad essere usato per l’autofattura spia per regolarizzazione; mentre sono stati aggiunti il tipo TD16 per le fatture passive in reverse charge interno, il tipo TD17 per le fatture relativi ad gli acquisti di servizi dall’estero e il tipo TD18 per le fatture degli acquisti di beni Ue, per i quali permane ancora il non obbligo di invio al Sdi.

trasmissione tracciato xml

Infine, si useranno i codici:

  • TD21 per l’autofattura per splafonamento;

  • TD22 per l’estrazione beni da deposito Iva;

  • TD23 per l’estrazione beni da deposito Iva con versamento dell’Iva.

Anche il numero dei codici Natura IVA è aumentato, passando da 7 a 24, agevolando l’Agenzia nella predisposizione della dichiarazione Iva precompilata.

Da segnalare anche le novità per ciò che riguarda i nuovi codici «Tipo ritenuta» e «Modalità pagamento».

In particolare:

  • sono state specificate nuove codifiche per il «TipoRitenuta», per il contributo Inps, per Enasarco, per Enpam o altri contributi previdenziali;

  • è stato introdotto il nuovo codice «ModalitàPagamento» per il PagoPA (MP23).

nuove specifiche tecniche del tracciato xml

All’interno della sezione Dati Generali Documento, saranno introdotti i seguenti codici:

  • RT01 Ritenuta persone fisiche
  • RT02 Ritenuta persone giuridiche
  • RT03 Contributo INPS
  • RT04 Contributo ENASARCO
  • RT05 Contributo ENPAM
  • RT06 Altro contributo previdenziale

Perchè il nuovo tracciato?

L’obiettivo delle nuove specifiche delle fatture elettroniche è quello di adeguare ed uniformare tutta la documentazione ad esse legate.
Il tracciato XML della fatturazione elettronica, definito come UBL 2.3, contiene una serie di campi, che a seconda di come e soprattutto di quali vengono compilati è possibile creare documenti diversi.

Il principale vantaggio per un’azienda italiana sta nel fatto che non è più necessaria la compilazione dello spesometro per ogni singola fattura, snellendo e velocizzando la burocrazia.
Rimane tuttavia l’obbligo di compilazione dell’esterometro
per le transazioni con gli stati esteri.

Registratori Telematici e Corrispettivi XML 7.0


C’è tempo fino al primo aprile per adeguarsi al nuovo tracciato telematico per l’invio dei dati dei corrispettivi giornalieri (versione 7.0 del giugno 2020). Fino a quella data sarà possibile trasmettere i dati attraverso la versione precedente (6.0). A stabilirlo è il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 23 dicembre 2020 (provvedimento numero 389405), che differisce di tre mesi la data di efficacia del tracciato più recente, tenendo in debito conto le difficoltà legate all’attuale situazione emergenziale segnalate dalle associazioni di categoria.

Ci sarà più tempo, dunque, per adeguare i registratori telematici. Di conseguenza, anche i termini entro i quali i produttori possono dichiarare la conformità alle specifiche tecniche di un modello già approvato dall’Agenzia vengono prorogati al 31 marzo 2021.

Proroga per l’adeguamento degli RT

È stato prorogato al 1° aprile 2021 il termine di entrata in vigore dell’utilizzo esclusivo del nuovo tracciato telematico dei dati dei corrispettivi giornalieri e del conseguente adeguamento dei Registratori telematici.

Il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate prevede che con la versione 7.0 del tracciato XML sia apportata una significativa modifica alla descrizione di alcuni campi del tracciato e al layout del documento commerciale.

Le modifiche sono ritenute necessarie per garantire una leggibilità semplificata e l’ottimizzazione del contenuto.

RT e PMS

I maggiori fornitori di stampanti RT, come Ditron e Epson, hanno comunicato che stanno ultimando gli aggiornamenti al firmware che verrà rilasciato nei prossimi giorni.

A seguito del rilascio del nuovo firmware per le RT, è previsto a  Dicembre l’aggiornamento di HOTELCUBE.

Seguiranno ulteriori comunicazioni in proposito.

È slittato al 31 marzo 2021 il termine ultimo per adeguare i registratori telematici all’utilizzo del nuovo tracciato di invio dei corrispettivi (XML 7.0), nonché ai fini dell’attuazione della lotteria degli scontrini

Lotteria degli Scontrini: il rinvio nel decreto Milleproroghe 2021

La data ultima per adeguare i registratori telematici all’attuazione degli Lotteria degli Scontrini potrebbe slittare di un mese.
L’entrata in vigore che era fissata per il 1° gennaio 2021 slitterebbe al 1° febbraio 2021.

La novità sarebbe stata inserita nel Decreto Milleproroghe di fine anno approvato in Consiglio dei Ministri il 23 dicembre 2020, ad annunciarlo è quotidiano Il Sole 24 Ore, ma manca ancora il testo ufficiale.

Oltre alla mini proroga al 1° febbraio 2021 dell’entrata in vigore, nel testo è presente anche la possibilità di segnalare gli esercenti che NON permettono la partecipazione alla Lotteria dal 1° marzo 2021, uno slittamento assente nelle prime bozze anche se atteso dagli esercenti.

Come funziona?

La lotteria degli scontrini sarà a partecipazione facoltativa da parte dei consumatori: solo chi comunicherà il codice al commerciante concorrerà alle estrazioni.

Potranno partecipare alla lotteria degli scontrini tutte le persone fisiche maggiorenni residenti in Italia che effettuano acquisti di beni o servizi, fuori dall’esercizio di attività di impresa, arte o professione, che comunicheranno al momento dell’emissione dello scontrino il personale codice lotteria.

Il gioco a premi anti-evasione si lega all’obbligo di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi per tutti gli operatori IVA, il cosiddetto scontrino elettronico obbligatorio dal 1° gennaio 2020.

Cos'è il codice lotteria?

Il codice lotteria è un codice univoco e personale che va richiesto all’Agenzia delle Entrate, tramite apposito portale della lotteria nella sezione “Partecipa ora” a partire dal 1° Dicembre 2020.

Il codice, univocamente abbinato al codice fiscale, è indispensabile per poter partecipare alle estrazioni mensili ed 1 annuale messi in palio con la nuova lotteria degli scontrini 2021.

Per maggiori informazioni sulla Lotteria degli Scontrini potete consultare il sito ufficiale a questo indirizzo: www.lotteriadegliscontrini.gov.it/portale/

Per tutti i Clienti HOTELCUBE l’aggiornamento del PMS che gestisce la lotteria degli scontrini è disponibile da Marzo.
Verifica di aver aggiornato il misuratore fiscale!

Misuratore fiscale intergato con il PMS

Se stai valutando l’acquisto di un misuratore fiscale, contattaci scrivendo a b2b@hotelcube.eu così potremo aiutarti nella scelta dello strumento più adatto alle tue esigenze.

Automatizza l’invio dei corrispettivi elettronici, elimina gli errori e semplifica il lavoro in struttura, connettendo il ricevitore al tuo gestionale alberghiero.